Andrea Trentini Andrea Trentini

mi presento

Ciao,
sono Andrea, ricercatore presso UniMi, insegno informatica (programmazione per la precisione), mi sono iscritto qui perche' sono interessato a partecipare attivamente (installerei un nodo) al progetto di una rete wifi dal "basso" milanese.
Ho una fonera attiva (anche se non ho molti contatti wifi li' sopra) e gestisco un exit node tor (https://torstatus.all.de/router_detail.php?FP=1f92923d95bd4b2fcb9690ffa895460b1b5fed72)

A presto

http://atrent.it

Alessandro Russo Andrea Trentini
+2 more comments
Last comment:
Alessandro Russo Alessandro Russo Moderator

il nodo tor va alla grande!!!
hai letto le altre discussioni del forum? che ne pensi delle idee dette sull'organizzazione di base?
dal punto di vista tecnico invece come la organizzeresti?

Only visible to XING members.

Ciao a tutti!

This content will be displayed once you're logged in.
Alessandro Russo
+4 more comments
Last comment:
Alessandro Russo Alessandro Russo Moderator

la mia idea era di creare una rete che mostrasse all'utente che ci si connette una pagina web inviata da un nostro server su cui si deve registrare gratuitamente. In questa pagina si potrebbero mettere pubblicità che potrebbero essere inviate anche tramite le mail raccolte, in questo modo il progetto di rete potrebbe essere autofinanziante e si potrebbe proporre anche la posa degli AP gratuitamente se si pagano da soli!

Per quanto riguarda la tua idea io ne conosco già un progetto simile che è stato realizzato a roma puoi trovare i loro dati sul sito NINUX.
Hanno fatto anche una pagina di google maps come l'hai pensata tu.

Sono in contatto con loro io per cercare una cooperazione e vedere di portarli quì così potrebbero darci la loro esperienza.

Alessandro Russo Alessandro Russo Moderator

Obiettivo del progetto

Il progetto wireless milano nasce da un idea di alcuni ragazzi di roma che semplicemente hanno reso di libero accesso i propri AP condividendo la propria connessione con chiunque ne avesse necessità. Uniti, hanno poi configurato gli AP in modo da connetterli gli uni agli altri e creando così una piccola rete che man mano si è andata espandendo. Infine tante piccole reti di questo tipo sono comparse a roma interfacciandosi con le altre più lontane attraverso VPN.
Il porgetto romano perciò da prima è partito come iniziativa privata fino ad arrivare a diverse decine di AP connessi ed un sistema da scaricare tramite sito che auto configurava gli AP.
Naturalmente questo non è l’unico esempio di iniziativa privata, ricordiamo con ammirazione in progetto Fonera, ed ora mi domando: come mai nulla di questo a milano? O meglio come mai tante promesse e nessun risultato? La risposta che mi sono dato è che le società private non possono dare all’utente ciò che l’utente cerca! Che ce ne facciamo del wifi al bar bianco? Il progetto castello vale? Si, ma quando lo faranno?
Secondo me tutto deve partire dagli universitari e dai loro bisogni e movimenti per poi spostarsi agli studenti delle superiori perché queste sono le classi che più utilizzano il servizio… avere al parco il wifi è bello ma di sicuro non mi muoverò con il portatile per andare in internet al parco dove posso starci un’oretta per via della batteria!!! La connessione mi deve arrivare in un punto comodo… se non proprio in casa!!!
Perché la rete non si espande? Semplice le società che se ne occupano non vogliono espanderla, vogliono mantenerla di proprietà io invece dico: consentiamo agli AP di connettersi alle nostre reti come ripetitori o link e lentamente ma inesorabilmente le reti si espanderanno.
In conclusione: diamo AP ai bar vicini alle università, alle biblioteche più piccole ed alle attività nelle vicinanze di appartamenti universitari e lentamente queste reti si espanderanno e tutto potrebbe autoalimentarsi dalle pubblicità che si potrebbero mettere sulla pagina di login o attraverso invii di newsletter agli utenti registrati alle reti.

Alessandro Russo Alessandro Russo Moderator

Faccio fatica a far partire il gruppo se non scrivete nulla... coraggio... vi siete iscritte perchè siete interessati no?