Alex Kornfeind Alex Kornfeind

Shorty Award contest 2011 New York

Ciao :-)

Twitters da tutto il mondo sono stati invitati a nominare il loro preferito. Mi sento come una rock star :-) 4° in classifica su più di 400 nel Shorty Awardl!

Sono uno dei pochi italiani in classifica uno dei pochissimi nella categoria #travel Con una tale concorrenza ho bisogno di tanti voti! Seguimi su Twitter http://twitter.com/kornfeind

Come si vota?
Devi possedere un account su Twitter e se ancora non lo vanti e fai il sign up per la prima volta ricorda di confermare l'email che Twitter ti invia per validare il tuo indirizzo email.

Dalla pagina http://shortyawards.com/kornfeind si effettua il sign in con l’account Twitter in alto a destra della pagina. Quindi si esprime il voto con un tweet e il voto deve essere motivato dopo il "because ..." altrimenti non vale per la classifica generale!

Incrocia le dita e augurami buona fortuna!

Hi :-)

Twitters from all over the world were asked to nominate their favorite #travel. I’m feeling like a rock star today :-) 4th in the rank out of more 370! With such awesome competition, I’m going to need your help to enter in the short list! Follow me here http://twitter.com/kornfeind

How do you vote?
You must have a Twitter account and if you sign up for the first time you need to confirm the email that Twitter will sends you to validate your email address.

Go to http://shortyawards.com/kornfeind sign in with your Twitter account top right of the page. Vote with a tweet. Votes must have a reason after "because..." otherwise they won't count! Check in the latest nominations for Alex if you see your post. This is it!

Cross your fingers and wish me luck!

Only visible to XING members.

Il Marketing 2.0 può essere un valido strumento per le aziende? Quali le potenzialità ancora inesplorate?

“Rewind”. Riavvolgiamo il nastro e torniamo indietro….

All’inizio degli anni 90, i web sites andavano perdendo la loro connotazione di “vetrina”, all’interno dei quali poter sbirciare per raccogliere una serie di spunti relativi all’azienda, e cominciavano a diffondersi i forums destinati a lanciare quella rivoluzione che avrebbe cambiato per sempre la comunicazione ed il rapporto azienda-consumatore. I forums, precursori dei social networks, esoridivano e proliferavano con caratteristiche di ambienti virtuali dedicati al confronto e consentivano ai consumatori/utenti di poter postare e condividere esperienze, costruendo così consapevolmente o incosapevolmente un rete di commenti validi a decretare consensi o dissensi, non solo da parte degli iscritti al forum ma anche per coloro a caccia di informazioni su temi specifici che potevano così attingere da uno spontaneo quanto prezioso passaparola.

A distanza di 3 lustri il fenomeno dei social networks esplode aprendo le proprie porte ad un pubblico decisamente più vasto ed eterogeneo attratto tanto per le funzionalità innovative di co-creazione quanto per la natura generalistica di contenuti dando vita ad una generazione di utenti cosiddetti “digital natives”, decisamente più esperti e consapevoli. Insomma una popolazione attiva pronta a moltiplicare la propria presenza replicando il proprio profilo in tutte le applicazioni da Facebook e Twitter passando per MySpace, LinkedIn, Xing e Youtube con conseguente migrazione di contatti da un social network all’altro in modo da costiuire un unico grande bagaglio, da riempire ma soprattutto da condividere con video, foto, esperienze di vita dalle connotazioni ludiche, ricreative ma anche professionali e, portare sempre con se grazie alla versatilità delle applicazioni nella versione “mobile”.

Il ricorso alla rete per comunicare con i propri interlocutori, sia per le aziende che per le istituzioni, ha contribuito a rendere i rapporti decisamente meno formali, alleggerendoli, e ad aggirare in parte le barriere legate alle macchinose procedure definite per l’attuazione dei processi comunicativi tra le organizzazioni ed il mercato inteso in senso ampio.

Soltanto coloro che si sono resi conto delle vasta portata delle implicazioni legate all’utilizzo di strumenti tecnologici rivoluzionari dal punto di vista della metodologia applicata, hanno accolto l’onda del cambiamento moltiplicando le occasioni di dialogo con i consumatori potenziali e non. Basta citare ad esempio compagnie aeree americane del calibro della Southwest Airlines, Virgin Atlantic ed American Airlines che sono presenti su social networks come twitter e facebook e che contano iscritti in continua crescita.

L’assottigliamento delle distanze ha generato una nuova forma di marketing in conseguenza delle nuove istanze legate ai modelli comunicativi e relazionali emergenti. L’apporccio al consumatore viene arricchito dall’interazione attiva dell’utente nella co-creazione del prodotto/servizio in ogni fase del processo prduttivo a partire dall’ideazione fino alla gestione dei complaints ed il feedback legato alla produzione/erogazione. Nel nuovo modello di marketing web 2.0 l’ideazione, creazione e promozione di un prodotto/servizio non è più esclusivo appannaggio del produttore ma decisivo è il contributo del consumatore a determinare le caratteristiche di produzione e fruibilità dal bene/servizio.

In realtà siamo solo all’inizio della rivoluzione, nuovi standard si profilano all’orizzonte con Google Wave “a new tool for communication and collaboration on the web, coming later this year”, come si può leggere nel sito che riporta la demo della nuova applicazione di Google.

Il Marketing 2.0 può essere un valido strumento per le aziende? Quali le potenzialità ancora inesplorate?

MASSIMILIANO PIERGENTILI
1 more comment
Last comment:
Only visible to XING members.

Geentilissimo Dottor Piergentili,
ti ringrazio innanzitutto per esserti soffermato sulla mia domanda e di aver lasciato un tuo contributo. Convengo con te sul fatto che il Web 2.0 è diventato uno strumento fondamentale e che richiede una revisione del rapporto azienda-cliente, ma credo anche che al momento non si sia totalmente consci delle sue potenzialità. La rapida diffusione delle informazioni può essere sicuramente positiva, ma altrettanto negativa se a fondamento delle informazioni diffuse ci sono pregiudizi o punti di vista troppo "soggettivi" ..voglio dire ci troviamo di fronte al fenomeno del passaparola elevato alla massima potenza, fenomeno del resto non nuovo nel settore turistico e con la sua valenza di propaganda a favore o contro una struttura o un servizio. Ritengo, quindi che il fenomeno del web 2.0 vada in qualche modo regolamentato perchè ad una quantità eccessiva e contraddittoria di informazioni può solo conseguire il caos e non elementi su cui basarsi per prendere "decisioni di acquisto" razionali.

Cordiali Saluti
Désirée

alex berto alex berto Moderator

Turismo online 2.0: cifre, esperienze, tendenze

Segnalo la seguente slide sull'argomento:

http://www.slideshare.net/alebegoli/turismo-online-20-cifre-esperienze-tendenze?type=presentation

Buona domenica a tutti.

Sonia Nogare Sonia Nogare Moderator

VACANZE ROMANE
con forti sconti, gratuità e ... guadagni con il PASSA AD UN AMICO...

Grazie alla partecipazione di strutture alberghiere e della ristorazione potrai proporre ad amici, parenti e conoscenti, dei soggiorni a Roma.
E' sufficiente richiedere il codice di attivazione, inserirlo sul format (http://www.hotelveronarome.com), immettere il tuo indirizzo email ed entrerai nel meraviglioso mondo del Progetto Hoffer.

Ti verrà inviata una password da utilizzare al momento della conferma della tua prenotazione.
Il soggiorno per ora previsto prevede: 1 notte Hotel 3 stelle zona Stazione Termini/Basilica S. Maria Maggiore, 1 pranzo veloce per due persone (pizza o pasta + Bottiglia cl.75 Chianti), una cena a base di Show Pizza (antipasto, primo, secondo, dolce) per due persone, e pranzo o cena per due persone in un noto ristorante a base di pesce a Trastevere.

Il tutto su di un costo base di 967 Punti

Punti premio per la promozione e prenotazione della stessa formula, di altri codici derivanti dal PASSA AD UN AMICO:
1° livello PUNTI 90
2° livello PUNTI 27
3° livello PUNTI 18
Trenta giorni prima del tuo arrivo sarai informato dei punti accumulati e, quindi dell'effetivo costo del soggiorno da te scelto.
Salvo gli sconti acquisiti in base alle notti ed alle persone che usufruiscono della stessa promozione ed avere anche delle gratuità, se non, addirittura, beneficiare di PUNTI in più, spendibili per altri servizi che saranno OMAGGIO:
transfert con autista,
cene o pranzi in altri ristoranti,
fiori consegnati al tavolo del ristorante,
musica personale folk o classica,
degustazioni ed omaggi di vini, olii, prodotti gastronomici tipici locali, ecc.
Biglietti di teatro, musei, ecc.
E tanto altro ancora che ti verrà specificato personalmente.
Scrivimi e, dopo l'attribuzione del codice, PASSA AD UN AMICO...
Entrerai in una grande "famiglia" di auto-consumo garantito dalla serietà degli albergatori che ti faranno sentire come a "CASA".

Ciao

Nogare Sonia