Probleme beim Einloggen
Doina Dima Buongiorno a tutti ! Ben trovati !
Ad un certo punto della vita impari la sottile differenza tra tenere una mano e incatenare un'anima. Impari che l'amore non è appoggiarsi a qualcuno e la compagnia non è sicurezza. Inizi ad imparare che i baci non sono contratti e i doni non sono promesse. Cominci ad accettare le tue sconfitte a testa alta e con gli occhi aperti, con la grazia di un adulto e non con il dolore di un bambino. Impari a costruire tutte le tue strade di oggi perché il terreno di domani è troppo incerto per fare piani. Perciò pianti il tuo giardino e decori la tua anima, invece di aspettare che qualcuno ti mandi fiori. A. Shoffstall
Nur für XING Mitglieder sichtbar Si tratta di un attacco di panico?
Buongiorno.. Ieri sera è successo che ero a casa con una mia amica e parlavamo del più e del meno, dei sogni che faccio che sonk sempre strani e di mille cose.. Quando ho iniziato dal nulla ad avere un senso di paura e terrore.. Mi guardavo in giro e avevo paura che ci fosse qualcuno che dagli oggetti uscisse qualcosa che mi volesse fare male ho iniziato a tremare e sono scoppiata a piangere riuscivo solo a dire di avere paura e basta quando la mia amica mi ha abbracciata non riuscivo più a sciogliere l abbraccio perché avevo paura che la sua faccia fosse diversa,fosse cattiva,e mi volesse uccidere.. Mi sentivo terrorizzata subito dopo dovevo andare urgentemente in bagno ma ero ancora terrorizzata per alzarmi ero terrorizzata che qualcuno o qualcosa potesse farmi del male.. Premetto che in passato mi era già successo ma cose più lievi, ieri sera è stata proprio forte mi sentivo impanicata terrorizzata e impotente .., non sono sicura fosse un attacco di panico anche se ho pensato di si per quanto mi sentivo terrorizzata e impotente tanto da piangere come una bambina di due anni ... Sapete dirmi cosa potrebbe essere? Spero che non risucceda...
Nur für XING Mitglieder sichtbar Attacco di panico o forte sensazione di paura e terrore?
Buongiorno.. Ieri sera è successo che ero a casa con una mia amica e parlavamo del più e del meno, dei sogni che faccio che sonk sempre strani e di mille cose.. Quando ho iniziato dal nulla ad avere un senso di paura e terrore.. Mi guardavo in giro e avevo paura che ci fosse qualcuno che dagli oggetti uscisse qualcosa che mi volesse fare male ho iniziato a tremare e sono scoppiata a piangere riuscivo solo a dire di avere paura e basta quando la mia amica mi ha abbracciata non riuscivo più a sciogliere l abbraccio perché avevo paura che la sua faccia fosse diversa,fosse cattiva,e mi volesse uccidere.. Mi sentivo terrorizzata subito dopo dovevo andare urgentemente in bagno ma ero ancora terrorizzata per alzarmi ero terrorizzata che qualcuno o qualcosa potesse farmi del male.. Premetto che in passato mi era già successo ma cose più lievi, ieri sera è stata proprio forte mi sentivo impanicata terrorizzata e impotente .., non sono sicura fosse un attacco di panico anche se ho pensato di si per quanto mi sentivo terrorizzata e impotente tanto da piangere come una bambina di due anni ... Sapete dirmi cosa potrebbe essere? Spero che non risucceda...
Gianna Porri La depressione nel bambino
La depressione è una malattia che ricopre l'intero arco di una vita e non è solo appannaggio dell'adolescente o adulto o anziano, recentemente si è scoperto che anche i bambini possono essere depressi, anche se la depressione si manifesta più con disturbi psicosomatici che psicologi, anche se quelli psicologici sono presenti ma scarsamente riconosciuti da famigliari e da medici. Il bambino depresso è in genere molto apprezzato perchè è un bambino "buono" non fa capricci per avere qualcosa, semplicemente perchè, poverino, non desidera più nulla, come il depresso adulto, soffre inoltre di inibizione motoria per cui è un bambino che non dà fastidio perchè sta fermo, dove lo metti sta. Genitori attenti dovrebbero accorgersi che c'è qualcosa che non va, ma spessimo si rallegrano di non avere un discolo per casa e non pensano che il bambino stia soffrendo, l'unica cosa di cui di solito si preoccupano è la mancanza di appetito, il bambino mangia poco, svogliatamente e non è goloso di nulla, sono inoltre presenti disturbi del sonno, difficoltà di addormentamento o al contrario è un bambino eternamente sonnolento, spesso si addormenta invece di mangiare. Spesso la depressione sopravviene dopo un periodo di normalità dove però le manifestazioni goiose rumorose vengono inibite da rimproveri ed il bambino impara a poco a poco, che per essere apprezzato deve essere il più invisibile possibile. Mancano inoltre quegli apprezzamenti per i successi del piccolo bambino quali alzarsi da solo, cominciare a mangiare da solo ecc che di solito generano ammirazzione e complimenti nei genitori. Quasi sempre è figlio di genitori depressi, spesso anziani, che non vogliono fastidi, o distratti dal lavoro che tornano stanchi e non vogliono sentire urletti o vedere il bimbo scorrazzare per la casa, il bambino ben presto introietta i desideri dei genitori, pur di essere amato sacrifica la sua natura, rinuncia ad esprimersi in tutta la sua vitalità e questo gli costa la malattia depressiva. Malattia che non viene riconosciuta perche nessuno si lamente di un bimbo che non urla, non fa capricci, non chiede nulla, non giuoca rumorosamente eccettera, per cui il comportamente depressivo viene costantemente rinforzato dai genitori, dagli insegnanti, poichè a scuola è un bambino che non dà fastidio, sta fermo nel suo banco, senza socializzare con gli altri. nell'intervallo spesso si isola dai compagni e mangia svogliatamente la sua merendina per conto suo. Spesso piange, ma senza urli, perchè ha presto imparato che, se urla , i genitori lo rimproverano aspramente e così piange caldi lacrimoni silenziosamente, ha molti diturbi fisici, vomita spesso, ha molte volte male al pancino, tosse convulsa, mal di testa, spesso infatti questi bambini soffrono anche di emicrania, che non viene riconosciuta dai medici. I genitori si preoccupano di questi sintomi e questi sono bambini che fanno il giro delle 7 chiese come gli adulti, ma non vengono mai portati dallo specialista giusto, i medici sfornano una diagnosi dietro l'altra: acetone, gastrite, stomaco debole, bronchiti, ecc.... ma non si accorgono che questi sono equivalenti depressivi. Fino a poco tempo fa non si pensava neppure che un bambino potesse soffrire di depressione, solo con l'avvento e la ricerca della Psicologia Evolutiva si è finalmente compresa questa sindrome infantile. Se avete un bambino così non compiacetevi della sua bontà, ma portatelo da un Terapeuta infantile, perchè da un bambino depresso non può che uscire un adolescente depresso, sindrome di cui parleremo nel prossimo articolo.
Gianna
Primavera Boccardi Gianna Porri Daniela Benedetto
+4 weitere Kommentare
Letzter Kommentar:
Gianluigi Giacconi Vi consiglio questo per il vostro benessere
Per noi che soffriamo di attacchi di panico e ansia, io segnalo quest’evento gratuito, lo trovate su facebook <a href="http://www.facebook.com/events/509721482499146/?pnref=story&quot; >qui</a>.
Dobbiamo cercare ovunque stimoli e consigli che ci aiutino a stare meglio e questa conferenza secondo me è una buona occasione. Almeno, io intendo sfruttarla e trarne il massimo!

Moderatoren

Infos zu den Moderatoren

Über die Gruppe "Psiche e Sviluppo Personale"

  • Gegründet: 28.03.2008
  • Mitglieder: 908
  • Sichtbarkeit: offen
  • Beiträge: 618
  • Kommentare: 4.875